FAQ

 

 

Hai bisogno di aiuto?

Qui troverai le risposte alle domande più frequenti

  Cosa è la cessione del quinto?

La CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO è una forma di finanziamento concesso ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, statali, pubblici, privati e pensionati INPS ed ex INPDAP. Questa forma di prestito prende il nome dalla tipologia di contratto che prevede la concessione di un finanziamento a fronte di un rimborso mediante cessione di quota dello stipendio o pensione, la rata rimane fissa per tutta la durata del finanziamento e trattenuta direttamente dal datore di lavoro o ente previdenziale, la rata può essere indivuduata nel quinto massimo dell'ammontare complessivo dello stipendio o della pensione. Il piano di restituzione del prestito, in base alle esigenze di chi lo richiede, può arrivare ad un massimo di dieci anni. La cessione del quinto è un finanziamento con aspetti positivi, tra questi, come anzi detto, la comodità di dilazionarne il rimborso per un periodo molto lungo. Inoltre, il tasso è fisso, impegno e firma singola, non richiede il conivolgimento di familiari o conviventi, nessun vincolo di destinazione e la concessione e valutabile anche in presenza di pregressi disguidi finanziari. Il finanziatore (nel caso della cessione del quinto la previsione è di legge) predispone e affianca con oneri a proprio carico le polizze assicurative a copertura dei rischi di perdita della vita e di insolvenza per perdita dell'impiego, sull'argomento (grado di copertura, eventuale surroga della compagnia, effetti sugli eredi, etc) si fa rinvio all'area trasparenza: contenuti dei contratti di finanziamento, SECCI, Fascicoli informativi assicurativi.

Chi può richiedere la cessione del quinto?

Può essere richiesta da tutti i lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato e dai pensionati. Per ottenere il finanziamento, è sufficiente la Busta Paga ed il certificato di stipendio per i dipendenti, il cedolino di pensione, la dichiarazione di quota cedibile, e il CUD per i pensionati. Sono esaminabili anche i clienti con problemi di di accesso al credito. I finanziamenti sono soggetti all'approvazione dell'istituto erogante e all’analisi della compagnia assicurativa associata al prodotto. Per approfondimenti vedi la pagina "cessione del quinto".

Chi può richiedere il prestito con delega?

Il prestito con delega può essere concesso ai lavoratori dipendenti di Amministrazioni pubbliche e Statali, con le quali è in essere una “convenzione” stipulata con gli Istituti eroganti il finanziamento. Il prestito assistito da delegazione di pagamento viene affiancato alla cessione del quinto per soddisfare ulteriori esigenze finanziarie. Per approfondimenti vedi la pagina "delegazione di pagamento".

Come avviene il rimborso del finanziamento?

Il rimborso del finanziamento avviene con con trattenuta della rata dalla busta paga (o dal cedolino pensione) ad opera dell'amministrazione di appartenenza (o dell'Istituto previdenziale) che provvederà a versarla direttamente all’Istituto erogante.

E' possibile richiedere la cessione del quinto se si ha già un finanziamento in corso?

E’ comunque possibile inoltrare la richiesta, puoi valutare se utilizzare la cessione del quinto per l'eventuale estinzione di altri piccoli finanziamenti in corso rimborsando un'unica rata più comoda e più bassa.

La rata e il tasso d’interesse saranno costanti per tutta la durata del finanziamento?

Si, l’ammontare della rata mensile e il tasso di interesse rimarranno fissi e costanti per tutta la durata del finanziamento. e sono comprensivi di ogni onere.

Che differenze ci sono tra la cessione del quinto ed il prestito personale?

Prestito personale. Il prestito personale viene di solito concesso per soddisfare generiche esigenze di liquidità. Il finanziatore versa la somma al consumatore in un unica soluzione e il consumatore la restituisce a rate. Per tutelarsi dal rischio di non restituzione, il finanziatore può richiedere garanzie personali quali la fidejussione e/o una polizza assicurativa. Della cessione del quinto ne abbiamo parlato nella domanda "cosa é la cessione del quinto?".

L'importo della rata: nel caso della cessione del quinto, la rata non potrà essere superiore al quinto dello stipendio o della pensione in base al DPR 180/50 ed anche alle decisioni del finanziatore; nel caso del prestito personale il parametro rata/durata e le decisioni sull' importo finanziato sono esclusivamente legati alle politiche creditizie della singola banca;

la modalità di rimborso: con la cessione del quinto la rata viene trattenuta dallo stipendio o dalla pensione direttamente dal datore di lavoro o dall'Ente Pensionistico; con il prestito personale, la rata può essere addebitata sul conto corrente bancario o postale;